YOUR DAY ON MOUNT ETNA

Provided by Anima Munti

Program 2019

One of the most spectacular locations in Sicily and also a World Heritage Site, embraces various significant features including being the highest mountain in southern Italy and, at 3330 m, the highest active volcano in Europe.
Driving up from the coast you will constantly admire its huge silhouette as well as experiencing a sudden dip that takes you into a world painted in black basalt rock.
An impressive landscape, where only some particular plants can survive thanks to their incredible adaptability in a remarkably demanding environment.

SUNDAY, JULY 28

SARTORIUS MOUNTAINS
Sartorius Mountains is an alignment of 7 craters formed in 1865 and situated approximately at 1700 m.
An easy walk including all the most important elements of Mount Etna: a particular activity producing various lateral craters comparing to the continuous evolution of the Summit Craters; endemic, edible and medicinal plants colonizing the new lava fields.
The trail starts in a charming wood composed by endemic birches and reaches the base of the craters.
Visit only a part of them or make the complete tour.
Max altitude: 1.667 m
Timings: 2 h

DOMENICA 28 LUGLIO

I MONTI SARTORIUS
La “bottoniera” dei Monti Sartorius è una sequenza di sette crateri generati durante l’eruzione del 1865 e situati a 1.700 m circa.
Un’escursione adatta a tutti, ma che comprende tutti gli elementi più importanti dell’Etna: un’attività complessa che dà origine a svariati crateri, l’evoluzione continua della sommità con le sue bocche attive, le piante pioniere, endemiche, commestibili e officinali che colonizzano la lava.
L’itinerario si sviluppa all’interno di un incantevole bosco di betulle che ricorda le foreste del nord Europa e raggiunge la base dei crateri. E’ possibile visitarne solo una parte oppure fare il giro completo.
Altezza max: 1.667 m
Tempo di percorrenza: 2 ore

SUNDAY, AUGUST 4th
We propose two different options based on weather conditions and guets’ physical fitness:

>1 THE 2002 CRATERS AND THE TIMPAROSSA BEACH WOOD
The trail starts at 1.820 m., old and new touristic station of Piano Provenzana and the impressive theatre of the eruption of 2002.
Seize the spirit of the volcano together with its evolution visiting various secondary craters, whose history is strictly connected to its inhabitants life, plants, animals and humans and discover endemic, edible and medicinal plants.
Enjoy the view of the Top Craters, the Ionian Coast, Peloritani Mountains and Taormina, South Italy and its mountains, the Eolian archipelago.
Walk through the volcanic desert, along the ridge of surprising secondary craters (1911, 1923 et 2002) and enjoy the peace of a wonderful beech wood, treasure of the north-east side of the volcano.
Max altitude max: 2.100 m.
Timings: 4 h

>1 SERRACOZZO TRAIL
The trail starts at 1.700 m and goes up among marvelous pines and birches getting smaller and smaller to cope with hard conditions.
A unique path revealing very interesting geological features, as old torrents of lava carved by the long and constant passage of water or a cave formed by one of the craters from 1971, the same activity giving birth to one of the active craters on top.
After a hard and steep slope enjoy the impressive view to the majestic Bove Valley together with the Top Craters.
Enjoy the view of Etna slopes down to the Ionian Coast, Giarre and its harbour and the charming Taormina clinging to the mountain, South Italy and its rugged and wild mountains.
Walk along the north-east ridge of Bove Valley up to 2.200 m, dive into another different landscape, where the spiky cushions of milkvech prevail together with other endemic, edible and medicinal plants and finally run down on volcanic ashes.
Max altitude: 2.200 m
Timings: 3,5 / 4 h

Meeting point: Zafferana Etnea
Equipment: shirt, fleece, k-way, shorts or long trousers, sneakers or walking boots, hat, sunglasses, sun screen, backpack with water and snacks or pic-nic.

www.animamunti.com / +39 3495636915 / info@animamunti.com

UN GIORNO SULL’ETNA

Uno dei luoghi più spettacolari di Sicilia e Patrimonio dell’Unesco, è il più alto rilievo dell’Italia del Sud e, con i suoi 3.330 m, il vulcano attivo più alto d’Europa.
Salendo dalla costa potrete ammirare costantemente il suo imponente profilo, immergendovi da subito in un mondo dipinto di nero, come il basalto creato dal vulcano.
Un paesaggio stupefacente, dove solo particolari piante riescono a sopravvivere in virtù della loro incredibile adattabilità ad un ambiente allo stesso tempo fertile e severo.

DOMENICA 4 AGOSTO
Proponiamo due opzioni diverse a seconda delle condizioni meto e della forma fisica degli ospiti:

>1. LA BOTTONIERA DEL 2002 E LA FAGGETA TIMPAROSSA
L’escursione inizia a 1.820 m, stazione turistica di Piano Provenzana e impressionante teatro dell’eruzione del 2002.
Cogliamo lo spirito del vulcano e la sua evoluzione attraverso diverse eruzioni storiche che hanno segnato la vita dei suoi abitanti – le piante, gli animali e gli esseri umani – e scopriamo le piante endemiche, commestibili e officinali.
Camminiamo nel pieno di un deserto vulcanico, sull’orlo di sorprendenti crateri secondari (1911, 1923, 2002), e respiriamo la pace di una magnifica faggeta, ricchezza del versante nord-orientale del vulcano.
Lo sguardo abbraccia i Crateri Sommitali, la costa ionica, i Monti Peloritani sino a Taormina, la Calabria e i suoi rilievi, l’arcipelago delle Isole Eolie.
Altezza max: 2.100 m
Tempo di percorrenza: 4 ore

>2. IL SENTIERO DI SERRACOZZO
Il percorso comincia a 1.700 m, nei pressi del Rifugio Citelli, e si arrampica attraverso un magnifico bosco di pini e betulle che via via diventano sempre più piccoli.
Durante l’intera camminata si gode della vista delle falde dell’Etna fino alla costa ionica, punteggiata di borghi e città come Giarre con il suo porto o la deliziosa Taormina, adagiata sui monti. La vista abbraccia il mare raggiungendo la costa calabra con le sue aspre e selvagge montagne.
Un sentiero che riserva molteplici elementi d’interesse geologico, come gli antichi torrenti di lava scavati dalla forza costante dell’acqua o una grotta formata da uno dei crateri dell’eruzione del 1971, la stessa attività che diede vita a uno dei crateri sommitali dell’Etna.
Il ripido pendio degli ultimi passi e la fatica sono ricompensati dallo straordinario spettacolo della maestosa Valle del Bove e l’insieme dei Crateri Sommitali.
Si prosegue lungo la cresta fino a 2.200 m per poi ritrovarsi in un nuovo sorprendente paesaggio, dominato dai pulvini di astragalo siculo.
La discesa verso il rifugio è alleggerita e movimentata dalle ceneri del vulcano, che invitano a correre per vivere una nuova esperienza sportiva.
Altezza max: 2.200 m
Tempo di percorrenza: 3,5 / 4 ore

Punto d’incontro: Zafferana Etnea
Equipaggiamento: maglietta, pile, k-way, pantaloni corti o lunghi, scarpe da ginnastica o da montagna, cappellino, occhiali da sole, crema solare, zaino con acqua e snack o pic-nic.

www.animamunti.com / +39 3495636915 / info@animamunti.com

Facebook
Twitter
Follow by Email